IL BUCATO

 Come prima cosa dobbiamo separare i capi scuri da quelli chiari o colorati , stabilire il tipo di tessuto

 (lana,cotone,seta. lino,sintetici ecc.) con l'aiuto dell'etichette all'interno dei capi le quali spiegano

 le modalità di lavaggio,a mano o lavatrice, la temperatura dell'acqua,se si può centrifugare o

 candeggiare ecc.se si può stirare e come .

 i prodotti da usare possono essere:detersivo per lavaggio a mano o latrice,candeggina o lavasbianca

 per i capi bianchi,candeggina per capi colorati,ammorbidente. Per i lavaggi multicolore superiore

 a 40° si consiglia l'utilizzo dell'acchiappa colore. 

 Alcuni capi molto sporchi (che non possono essere lavati ad alte temperature) devono essere

 prelavati lasciandoli in ammollo direttamente con il detersivo o candeggina rimosso lo sporco

 lavare a mano oppure se abbiamo un numero consistente di capi da lavare possiamo mettere tutto

 in lavatrice .

 

 Programmazione della lavatrice : verificare i tessuti (esempio cotone colorati)  canottiere ,calzini,

 intimo, camice pantaloni,ecc. Versare il detersivo nell'apposita vaschetta,aggiungere l'ammorbidente

 anch'esso nella vaschetta stabilita ,chiudere la vaschetta e loblo' della lavatrice. Con l'aiuto

 del manuale dell'elettrodomestico scegliamo il programma adeguato impostiamo i gradi 40°/50°

 centrifuga 800 giri,e avviamo la lavatrice .In questo caso vista la temperatura superiore no fredda e 

 superiore ai 30 gradi abbiamo inserito nel cestello della lavatrice l'acchiappa colore,che consiste in 

 foglio di carta speciale,il quale assorbe i colori rilasciati da alcuni indumenti ,evitando cosi spiacevoli 

 inconvenienti .

 Per salvaguardare i nostri indumenti dobbiamo lavare e stendere gli abiti al rovescio in modo che 

 non si consumino (strofinandosi) durante il lavaggio o che non sbiadiscano esponendoli al sole

 durante l'asciugatura. Cosi facendo i nostri capi dureranno più a lungo.

 

 STENDERE

 E' molto importante stendere bene e in modo intelligente, per poter facilitare la stiratura, infatti

 un tessuto ben steso e poco stropicciato ci consentirà una stiratura rapida e perfetta risparmiando

 tempo e riducendo il consumo di corrente .

 Prima di appendere gl'indumenti sui fili dello stendibiancheria distenderli molto bene dopo di che

 si fisseranno con le mollette facendo attenzione a non lasciare i segni , ad esempio una camicia 

 o una maglia con il colletto dovrà essere stesa direttamente sulla piega del colletto cosi da non 

 lasciare traccia della pressione provocata dalla molletta. Il pantalone dovrà essere steso dalla

 vita oppure dall'estremità inferiore e cosi via.

 

 LA STIRATURA

 

 Regolare l'altezza dell'asse da stiro se usiamo un ferro da stiro a vapore,riempire il serbatoio con

 l'acqua distillata , impostiamo la temperatura girando la manopola con l'indicatore posto sul tipo

 di tessuto che dobbiamo stirare.Accendiamo il ferro e aspettiamo che vada in temperatura, quando

 il vapore inizierà ad uscire, il ferro sarà pronto per l'utilizzo .

 Prepariamo  gli indumenti da stirare , stendendoli bene sull'asse da stiro ad esempio s'e' una maglia

 infileremo l'estremità dell'asse all'interno della maglia (come se dovessimo infilarla ad un manichino)

 a questo punto se sono presenti diverse pieghe da eliminare ,conviene utilizzare un prodotto 

 specifico (tipo l'appretto) da spruzzare sul tessuto il quale lascerà il cotone leggermente umido

 per eliminare i segni e leggermente setoso per far scorrere meglio la piastra del ferro facilitandoci

 e velocizzandoci nella stiratura .In mancanza dell'appretto si può inumidire semplicemente con l'acqua

 attraverso un nebulizzatore.Fatto ciò iniziamo a stirare facendo scorrere il ferro creando una leggera 

 pressione fino a ottenere un effetto liscio e uniforme , senza mai fermarsi per meglio dire senza

 mai lasciare il ferro fermo nello stesso punto, evitando cosi di rovinare la maglia .Se la maglia che 

 stiamo stirando ha le maniche lunghe, possiamo utilizzare un braccetto con la forma medesima

 dell'asse da stiro ma di dimensioni minime ,tali da infilare all'interno delle maniche (maglie,camice,

 giacche). Stirato un lato ,sfiliamo la maglia e infiliamo l'altra parte da stirare ripetendo l'operazione

 idem le camice con lo stesso sistema. I pantaloni invece bisogna posizionarli in modo diverso a 

 secondo del modello ad esempio se abbiamo un pantalone con le pens (classico) bisogna stenderlo

 sull'asse sovrapponendo le gambe del pantalone per poi spostare quella superiore facendo scorrere  

 il ferro dalla pens verso la parte inferiore della gamba creando la riga centrale . La parte della vita con

 le tasche la si infilerà nell'estremità dell'asse come abbiamo fatto per la maglia.Per fare raffreddare

 le maglie camice ecc si consiglia di utilizzare gli appendi abiti per evitare pieghe varie, per il pantalone

 ci sono le grucce apposite le quali attraverso due pinze fermano le gambe dall'estremità inferiore

 cosi il pantalone apparirà appeso al contrario. Se alcune pieghe faticano a scomparire si può

 intensificare il getto del vapore agendo con il pulsante posto sull'impugnatura del ferro .

 Cosi facendo  stireremo tutto quanto.